logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Ultime notizie

 

Risultati immagini per Aston Palicte  vs Kazuto Ioka   boxing

Verrà assegnato il 19 giugno al Makuhari Convention Center di Chiba (Jap) il titolo mondiale dei s.mosca versione WBO, recentemente abbandonato dal filippino Donnie Nietes.

A sfidarsi saranno il filippino Aston Palicte (25-2-1), n. 1 della classifica, e il giapponese Kazuto Ioka (23-2), n. 2.

Entrambi sono reduci da incontri, disputati nel 2018, proprio contro Nietes, terminati con un verdetto di parità per Palicte e una sconfitta ai punti per SD per Ioka.

Al pugile giapponese viene offerta la possibilità di conquistare il quarto titolo mondiale in quattro diverse categorie di peso dopo quello dei paglia WBC-WBA, dei mini Mosca WBA e dei Mosca WBA.

Max

di Dario Torromeo

Ha la carnagione rosea e la faccia del bravo ragazzo, sta per sposarsi e vive una tranquilla esistenza a Lahti, nel sud della Finlandia, con la compagna Marjnt Borgenstrom, quattro figli e un cane. Sta progettando un futuro da imprenditore, vuole aprire una palestra di fitness in città.

Lo chiamano Boom Boom, ma non credo che il soprannome descriva al meglio il tipo.

Sami Joonas Enbom ha un record di 18-2-0, 10 ko. Non mi sembra abbia il pugno che folgora. Buona tecnica e approccio giusto nelle situazioni complicate, questo sì. È un tipo calmo, tranquillo. Nella vita, come sul ring.

È il nuovo avversario di Fabio Turchi per il match del 26 a Firenze.

Lo hanno pagato bene per convincerlo a venire, la sfida è tosta.

È pronto, si stava preparando per un match in programma il 4 maggio in Norvegia. Poi quell’incontro è saltato, ma lui ha continuato ad allenarsi.

È arrivato al pugilato quasi per caso, poi ci ha preso gusto. Ha chiuso il dilettantismo con un record di 40-17-0.

È passato professionista nel 2012.

Non ero entusiasta di fare quella scelta. Ma in qualche modo dovevo arrotondare le entrate. Mio figlio aveva tre anni, servivano soldi. Sapevo che con la boxe in Finlandia non si va avanti, ma messe assieme le borse e lo stipendio da meccanico tutto sommato sono riuscito a vivere decentemente” ha confidato a un giornalista finlandese.

La svolta della carriera sarebbe dovuta arrivare il 26 maggio dello scorso anno, quando ha disputato in casa il vacante titolo europeo Wbo dei massimi leggeri contro Tamas Lodi.

Purtroppo non ha affrontato quella sfida nel migliore dei modi. A inizio maggio ha rotto con l'allenatore di sempre, quello che l'ha seguito fin dalla prima volta che è salito su un ring.

Si è innervosito, sapeva che stava per affrontare il match che avrebbe deciso il suo futuro, ma sapeva anche di non essere nella giusta condizione mentale per dare il meglio di sé.

Curioso anche il modo in cui l’ungherese Lodi era arrivato a quel combattimento. Il record ufficiale recitava 18-10-2, 16 ko. Pugile fragile (sei delle dieci sconfitte le aveva subite prima del limite), ma indubbiamente dotato di un pugno pesante.

Il curriculum presentava stranezze: due incontri, prima e dopo l’europeo con Ngabu, non erano stati registrati da boxrec.com. Due successi per ko, con regolare presenza federale e commissario di riunione seduto attorno al ring. Il sito che registra ogni singolo match disputato in qualsiasi angolo del mondo non li ha però giudicati all’altezza. E, motu proprio, li ha cancellati.

Detto questo, Enbom ha perso per kot al terzo round.

È stata la seconda battuta d'arresto della carriera, la prima (kot 6) era arrivata a marzo 2017 contro Dominic Boesel (attuale campione europeo) per i titoli Wba continentale, Wbo e Ibf intercontinentale dei mediomassimi.

Dopo la sconfitta ha annunciato il ritiro e ha raccontato a un giornale di Lahti cosa lo avesse spinto a quella decisione.

Quali erano le motivazioni?

Era certo fosse arrivato il momento giusto per stare accanto alla famiglia, azzerare i viaggi e godersi compagna e figli.

Il progetto casalingo ha resistito cinque mesi.

A ottobre 2018 è tornato in palestra, ha ingaggiato come nuovo maestro Vesa Karpaens e a febbraio 2019 ha ripreso a combattere. Vittoria ai punti in quattro round contro Gennadi Stserbin (1-2-0, 1 ko).

E adesso eccolo pronto per Turchi.

A Firenze verrà con il nuovo coach e un cutman che sta per ingaggiare. Non ci sarà invece il manager.

Markus Lammi è un professore di matematica e il 26 aprile non può assolutamente muoversi da Lahti. È la giornata nazionale dell’educazione: vietato prendere permessi, congedi o ferie. La Finlandia è una nazione che fa della cultura uno dei principi fondamentali della sua politica. Niente eccezioni.

Questa è la storia di Sami Joonas Enbom detto Boom Boom, a lungo più vicino ai mediomassimi che ai massimi leggeri: la categoria in cui sfiderà Fabio Turchi per il titolo vacante Wbc International.

L’accordo è stato raggiunto nella tarda mattina di oggi.

PUGILI

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI