logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Ultime notizie

Domani tricolore dei welter a Comacchio: Cristofori per sognare e Loriga per continuare

Cristofori

 

(Nicola Cristofori)

Domani sera, in Piazza Trepponti a Comacchio, ritorna la boxe, nella medesima e suggestiva location in cui, rispettivamente nel 1986 e 1987, si batterono Alessandro e Massimilinao Duran, prima di arrivare a conquistare entrambi i titoli italiani, europei e mondiali delle rispettive categorie. La coincidenza vuole che sostenga il clou, in un contesto pugilistico molto cambiato, il mancino 23enne, anch’egli ferrarese e peso welter come Alessandro Duran, Nicola Cristofori (9-1-1; 1 ko), il quale difenderà la cintura tricolore per la prima volta, dalla conquista conseguita nello scorso marzo ai danni di Michele Esposito, contro 41enne crotonese Tobia Loriga (29-8-2; 6 ko), professionista da ben 15 anni. L’organizzzazione dell’evento, curata dalla Loreni Boxe e dalla Pug. Comachiese, la compagine che nei favolosi anni “60/70 e sotto la guida dell’indimenticabile Nino Vicentini, fu tra le più forti d’Italia, prevede anche altri quattro match professionistici.

Il compito di Cristofori, che fa della rapidità e del movimento delle gambe il punto “forte” del proprio patrimonio tecnico, sulla carta non appare impossibile. Diciotto anni di differenza rispetto al suo sfidante sono un’enormità, sotto l’aspetto sportivo. Praticamente, quasi figlio e padre a confronto. Loriga ha vissuto una carriera a cadenze piuttosto irregolari. Basti pensare che tra il 2008 e il 2012 é rimasto inattivo; una lunga pausa che sicuramente ne ha mutilato la carriera, ma forse anche una sosta che ne ha preservato un po’ la freschezza atletica. Dopo avere sconfitto a sorpresa nell’ormai remoto 2006 il frusinate Sven Paris, a quei tempi considerato da molti un futuro “big” del pugilato italiano, l’anno dopo Loriga volò in Messico per affrontare, da imbattuto, l’egualmente imbattuto e con un record zeppo di ko, Julio Cesar Chavez jr, figlio dell’immmenso omonimo campione, finendo ko al 7° round, a cui ne seguì un secondo tre mesi dopo per mano dell’abruzzese Castellucci. Poi, appunto la lunghissima pausa e nel 2012 il rientro. Da allora, nella parte n°2 della carriera, Tobia Loriga ha disputato 12 incontri, con 4 vittorie ai punti e  8 sconfitte, l’ultima delle quali nell’ultimo match risalente esattamente a un anno fa, allorchè perse a Milano la cintura tricolore (conquistata tra mesi prima contro Esposito), per mano di Morello. Teoricamente, il ferrarese di Roberto Croce ha dalla sua la freschezza atletica, la gioventù, l’ambizione e la mobilità. Lo sfidante crotonese, la tecnica, l’abitudine ai match duri, la padronanza del ring e un’esperienza assai più vasta del detentore. Se Cristofori saprà imporre il proprio caratteristico movimento continuo e la velocità di braccia e di gambe, difficile pensare che Loriga riuscirò a portargli via il titolo, a meno che non riesca a tagliargli la strada e a centrarne i fianchi. L’esito del match dovrebbe decidersi tutto su questa partita a scacchi e chi avrà più fiato per muovere i propri pedoni dovrebbe vincerla.

Loriga

(Tobia Loriga)

Nel contorno, il 36enne leggero piemontese Fabio Renna (3-4-0; 1 ko) se la vedrà con il modestissimo montenegrino Milovan Dragovic (0-7-3), già battuto poche settimane fa a Sequals. Quindi, debutto del gallo Obaid Ahmed con il fragile ceko Nikolas Botos (0-4-0), mentre l’ivoriano di Parma, il supermedio Yao Assouman (1-5-1) affronterà il 35 ceko Josef Holub, con il record forse da “primato” in negativo di 104 incontri, dei quali solo 5 vinti e ben 98 persi, 54 delle quali prima del limite. Più credibile, almeno sulla carta, il ritorno in attività del 35enne ex-tricolore dei massimi-leggeri Damian Bruzzese (18-5-0; 6 ko), “affamato” di vittoria per potere tornare a guardare al tricolore, dopo un 2017 piuttosto tribolato, con tre sconfitte e un successo. Davanti si troverà il collaudatore 24enne serbo Pedrag Jevtic (2-9-0; 1 ko), poco avvezzo al successo ma almeno altrettanto poco avvezzo al sconfitte per ko, il quale dovrebbe essere un discreto test da superare, con lo sguardo rivolto al futuro.

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI