logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Ultime notizie

Oggi Giovanni Mioletti affronta Escalante: diventerà un pugile famoso l'imbattuto ragazzo di origini torinesi?

MiolettiCardenas

Si chiama Giovanni Cabrera Mioletti, ha ventiquattro anni e vive a Chicago, la "Città del Vento" dell'Illinois affacciata sullo smisurato Lago Michigan, nel cuore degli Stati Uniti. E' un pugile longileno di 1 mt. e 73, che probabilmente pochissimi, almeno in Italia e in Europa, hanno sino ad oggi sentito nominare. E' professionista dal 2016, milita tra i superpiuma e vanta un record assolutamente immacolato: 14 combattimenti tutti vinti, 5 dei quali per ko. 

Stasera, sul ring dell'Emerald Queen Casino di Tacoma, nello Stato di Washington, affronterà il 33enne messicano di El Paso (Texas), Antonio Escalante (29-9-0; 20 ko), un avversario dal grande passato e che, seppure con il sole ormai alle spalle, rappresenta pur sempre un ostico impegno per un ragazzo professionista nemmeno da tre anni. 

Giovanni Mioletti...Non ci voleva un indovino per capire che le sue radici conducono all'Italia e l'abbiamo contattato, ricevendone diretta e incontestabile conferma. Del resto, é difficile resistere al richiamo di un giovane talento formatosi proprio in una città densa di glorie più o meno recenti del pugilato mondiale, ma anche e specialmente di "sapore" italico.

Dopo che avrà disceso la scaletta al termine della sfida con Escalante sarà più facile capire se Giovanni sia davvero il nome nuovo dell'antico pugilato italo-americano, a cui hanno riservato infinite pagine piene di gloria i libri di storia della Nobile Arte. 

"Sì, sono italiano da parte di madre-Ci ha detto il giovane Mioletti-I miei nonni erano di Torino, mentre mi padre é nato in Messico, a Guanajuato (ed ecco spiegata quella parte di cognome tipicamente spagnolo! - ndr). Sono molto orgoglioso della mia doppia origine perché mi fatto dono di un temperamente da guerriero e sapete bene quali grandi campioni ci siano stati con sangue italiano o messicano. Abito nella zona Nord di Chicago, tra quartieri di Logan e Lincoln Park. Alterno il lavoro part-time di barista con la scuola e mi alleno quotidianamente nella palestra di Leida, a Leyden Township, sotto le cure di John Nocita e Sam Di Tusa, tra gli ultimi tecnici davvero legati alla storia della boxe americana e specialmente di Chicago. Sogno di potermi battere, in questo 2019 appena cominciato, per un titolo mondiale...E grazie, signore, peer avermi dedicato il tuo tempo!".

Di questo ragazzo si parla bene. Ci siamo informati e i giudizi concordano. Però si sa quanto difficile, sofferto, imprevedibile sia il futuro di ogni giovane che dedichi la propria età più bella ad avverare un sogno tanto affascinante quanto vago. Gli servirà passione, talento, capacità di stringere i denti in ogni istante della sua verde esistenza e neppure ciò basterà. Accanto dovrà avere persone competenti, oneste e che gli vogliano bene, ma soprattutto quella dama che si chiama Fortuna e sorride soltanto ad alcuni.

Dopo due anni di assestamento nel nuovo mondo dei "prize-fighters", nel 2018 Giovanni Moletti (ma sì, anche Cabrera...), ha premuto sull'acceleratore e ha sconfitto tra gli altri il 37enne Tyrone Harris (26-13-0; 16 ko), il quale negli anni "belli" fu un protagonista dei vertici internazionali; poi ha travolto per kot il sino ad allora invitto Ray Lampkin (10-0-0; 4 ko) e quindi gli altrettanto imbattuti Elijaah Pierce (8-0-0; 7 ko) e Headley Scott (10-0-0; 10 ko), entrambi con la dinamite nei guantoni.

Insomma, il barista-studente di Chicago ("Gio", come lo chiamano gli amici e porta scritto sui pantaloncini da combattimento), ha bussato alla porta con grande forza nei dodici mesi passati. Gli aprirà, il pugilato con la "P" maiuscola"? Glielo auguriamo e sarebbe davvero bello se tra non molto tempo potessimo aggiungere il suo nome a quelli della lunga lista dei guerrieri di radici tricolori che, al di là dell'Atlantico, si sono meritati un perenne e grato ricordo da parte di tutti coloro che amano la boxe.

Gualtiero Becchetti

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI