logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Ultime notizie

Zulina "La Loba" Munoz, diventata mamma, rientra per riconquistare il mondiale

MunozZulina

E' una delle pugili che stanno facendo la storia della boxe "in rosa" messicana, si chiama Zulina Muñoz (48-2-2; 28 ko) e orgogliosamente porta un soprannome che é tutto un programma "Loba" (Lupa), come vuole la tradizione del rovente pugilato latino-americano, dove persino i comprimari di modesto livello vantano il "nome di battaglia".  La 31enne supermosca di Città del Messico, nativa del sobborgo di Chicoloapan dove la vita é sempre un'avventura e spesso senza lieto fine, salirà sul ring sabato prossimo ad Iztacalco, dopo venti mesi di assenza, per affrontare in dieci riprese la 25enne connazionale di Cancùn, Arely Valente (12-3-1; 6 ko), al limite delle supermosca. La "Lupa" ha dovuto superare un'immensa e inattesa delusione risalente al 13 Maggio 2017, allorché dovette cedere alla 26enne Guadalupe "Lupita" Martinez (18-9-0; 6 ko), anch'essa messicana, il titolo iridato Wbc delle peso mosca, che aveva conservato per ben dieci volte nell'arco di quattro anni. Professionista da quattordici anni e con un impressionante numero di successi prima del limite, Zulina Martinez era consapevole, quella sera, di battersi con una ragazza dura, coraggiosa e affamata di vittoria, ma il confronto tra i rispettivi palmarès, la disparità d'esperienza, la superiore autorevolezza, l'immensa classe e le tante campionesse sconfitte, il tutto a suo favore, la resero più "morbida" del solito sul ring. E perse. 95-93, 95-94, 96-93 gli unanimi cartellini dei giudici a favore della "Lupita", la quale s'era fatta sorprendentemete beffe della "Lupa".  Forse non ha accettato mai il risultato, forse si é data della "stupida" più volte, forse aveva altri problemi. Probabilmente pensò che era il momento di chiudere con il pugilato e le sue spesso ingannevoli sirene. Ne era tanto sicura che nello scorso marzo ha messo al mondo una bella bambina, diventando così madre per la seconda volta.

Nel frattempo, Guadalupe Martinez ha vittoriosamente difeso in tre circostante la cintura che le aveva sottratto, dimostrando di essere qualcosa di più di una semplice "sorpresa". 

E allora Zulina Munoz ha deciso che nel futuro c'é ancora qualcosa da mettere a posto. prima di dare il definitivo addio al ring: la riconquista del titolo che ritiene ancora suo. Vuole la rivincità e per "Lupita" sarà difficile non concederla, se il pubblico e gli organizzatori la reclemeranno a gran voce e se soprattutto Zulina batterà la Valente, una ragazza a sua volta già sfidante al titolo del mondo, iridata Youth Wbc e reduce da una sconfiita discutibilissima per split decision, nello scorso Agosto, contro Yulian Alejandra Luna, ennesima formidabile guerriera atzeca.

Una bella storia, a cui solo Zulina "Loba" Munoz, sabato notte, potrà dare un seguito. O scivere la parola "fine".

Nel sotto-clou, l'ex campionessa del mondo, Silvia "Guerrerita" Torres (19-1-1; 6 ko) e la "regina" venezuelana del ko, Norleidys Graterol (10-1-0; 8 ko), si batteranno al limite delle peso mosca.

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI