logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Ultime notizie

Domenico Valentino molto motivato in vista della difesa tricolore di venerdì

QUATTRO CHIACCHIERE CON DOMENICO VALENTINO, CAMPIONE ITALIANO DEI PESI LEGGERI
Valentino Dom con CinturaITALIANO
Domenico “Mirco” Valentino (7-0, 1ko) si è già ritagliato un posto nella storia del pugilato professionistico italiano, dopo averlo abbondantemente fatto da dilettante, vincendo il vacante titolo italiano dei pesi leggeri nel settembre dello scorso anno. Valentino è stata una delle punte di diamante del gruppo dei grandi pugili della nazionale italiana che a cavallo tra la metà dei primi anni Duemila e le Olimpiadi londinesi del 2012 si è abbondantemente coperta di gloria alle grandi manifestazioni internazionali, compresa la vittoria delle WSB con Italia Thunder.
Lui stesso toccò la punta massima in quella parte di carriera diventando campione del mondo alla kermesse iridata di Milano del 2009. Abbiamo testato i suoi stati d'animo ora che veleggia sui trentacinque anni compiuti lo scorso maggio, a pochi giorni dall'appuntamento con la prima difesa della cintura tricolore in cui a Grumello del Monte, cittadina in provincia di Bergamo, in una serata targata Mario Loreni, sarà opposto al siciliano d'origine romena Ciprian Albert (7-5, 1ko) in un match sulla carta piuttosto agevole.
Valentino in attesa ex WSB
- Allora Domenico, ci rimettiamo in pista...
-Certamente. Intanto penso a questa difesa del 14 giugno. Poi come si suol dire, Dio vede e provvede.
- A livello di umore e di voglia come sei messo? E con il lavoro?
-La voglia c'è sempre, non manca. Poi quando si combatte con qualcosa in palio gli stimoli sono sempre di più. Con il mio lavoro di poliziotto devo fare dei sacrifici con gli orari, attingere alle ferie, ma non ho poi grossi problemi. Devo anche dire che spesso in ufficio mi assistono nelle mie esigenze, sempre nel limite del possibile. Meglio di così non potrei chiedere.
- Ciprian Albert non è un avversario molto reclamizzato, hai avuto modo di conoscerlo?
-Ho visto alcuni match su Youtube, è un pugile ostico e scorbutico, viene dalla Kick boxe e fisicamente da categorie di peso superiori ai leggeri. Ma non mi preoccupa niente, metterò sul ring tutto quello che faccio in allenamento. I sacrifici pagano sempre.
- La tua logica per il futuro è poi sempre quella del passettino per volta, e aspettare le occasioni se dovessero capitare?
-Io non sottovaluto mai niente e nessuno. Mi preparo sempre al meglio per ogni eventualità, dovessi affrontare un collaudatore o un campione del mondo.
- Per non dire dell'ultima sopresa, quella di Ruiz che batte Joshua...
-Sorpresa fino a un certo punto. Quando un atleta si sacrifica poi il lavoro paga sempre. Da che mondo è mondo nel pugilato i pesi contano fino a un certo punto, bisogna lavorare su ganci e montanti, sulla tecnica e la resistenza e lasciar perdere tutto il resto.
Valentino vs Albert
- Che Valentino vedremo a Grumello del Monte?
-Un Valentino completo, dai. Ho lavorato bene come ogni volta. Non è che ci sono occasioni in cui mi preparo meglio e altre in cui mi preparo peggio. Voglio arrivare sul ring sempre nelle migliori condizioni. Con i miei allenatori e preparatori non lasciamo mai niente al caso. Spero di accontentare tutti, prima di ogni altro accontentare me stesso, perché ormai a trentacinque anni non è che sia facilissimo fare sacrifici.
- Qualche pensiero su qualche match internazionale ti ci scappa ogni tanto?
-Spero che dopo questa difesa si apra un'opportunità in questo senso. Però nel frattempo voglio portarmi a casa questa difesa
Andrea Bacci

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI