logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

La Boxe nella storia

Il 6 novembre del 1908 nasce il leggendario Tony Canzoneri

 Risultati immagini per Tony Canzoneri boxer Photos

Figlio di siciliani  è entrato nella leggenda

 

 

di  Leonardo Pisani

 

Sin da piccolo aveva un sogno, diventare bravo come il suo vicino di casa nel quartiere italiano di New Orleans, : Peter Gulotta meglio conosciuto sui ring come Pete Herman, favoloso peso gallo degli anni 10 e 20 del XX secolo.

Il  giovane Tony era orgoglioso di conoscerlo e di stringergli  la mano. La boxe   fu  una ragione di vita per entrambi.. Il fato volle che  Tony Canzoneri superò per  visibilità e fama  lo stesso Herman.

Tony Canzoneri nacque  il  a 6 novembre 1908 a  Slidell in Louisiana, da una famiglia proveniente da Palazzo Adriano in provincia di Palermo . Lo stesso paese di Francesco Crispi- ma probabilmente originaria di Prizzi . La famiglia ben presto si trasferirono a New Orleans, dove il padre aveva un negozio di alimentari; il piccolo Tony lo aiutava e si allenava duramente, ben presto iniziò a combattere a 11 anni sotto la guida di Basil Galiano e ben presto divenne l’idolo degli italiani del quartiere, poi nel 1924 la famiglia Canzoneri si trasferì a New York, lì Tony debutta come professionista. Piccola categoria, quella dei gallo, quindi pagata male e per vivere bene bisognava combattere molto; l’esordio il 18 luglio 1925 contro Jack Gardner, Tony non ha ancora compito 17 anni ma manda ko alla prima l’avversario; nel biennio 1925-26 sostiene circa 33 incontri con una sola sconfitta contro il forte Davey Abad, già avversario di Panama Al Brown, sono incontri difficili con avversari difficili come Johnny Green, Bushy Graham ossia Angelo Geraci campione mondiale dei gallo e Andrè Routis il francese che poi sarebbe diventato campione mondiale dei piuma battendo proprio Canzoneri.

Il 1927 è l’anno del salto di qualità, affronta per titolo mondiale dei gallo vacante Charles "Bud" Taylor a Chicago, Illinois ed ottiene un pari, tutto da rifare la rivincita vede però la vittoria del biondo Taylor, ma non demorde finalmente arriva il mondiale, nei piuma contro il veterano Johnny Dundee, un altro siciliano ossia Giuseppe Carrora da Sciacca, un altro campionissimo ma alla fine di una lunghissima e straordinaria carriera- quasi 333 incontri- è il 24 ottobre al Madison Square Garden, New York; Canzoneri ha soli 19 anni. Ma campione mondiale o no, non importa, i veri guadagni li fanno i pesi massimi, le altre categorie medi compresi devono combattere spesso per vivere bene e lo fa anche Canzoneri ma sempre con avversari difficili; batte Bud Taylor nella bella, sconfigge Nebo, poi difende il titolo contro Benny Bass ai punti, perde il titolo con Routis nel 1928, poi pareggia con Al Singer e batte nella bella Routis senza titolo in palio. Canzoneri sta crescendo e anche il fisico si ingrandisce, entra nei leggeri e fa la trafila per avere una chance mondiale. Altri incontri, arriva la possibilità del titolo, ironia della sorte un italo americano, ancora più ironia un siciliano Sammy Mandell, cioè Samuele Mandella nato a Piana Dei Greci; il campione mantiene il titolo. Ma Canzoneri vincerà il secondo titolo iridato contro Al Singer, un ko alla prima ripresa, sempre leggeri a New York nel novembre 1930.

Anche se ha soli 22 anni, ormai è un pugile maturo e completo, aggressivo e buon colpitore ma anche scaltro e tecnico, anche stilista ma quando infuriava la battaglia non si tirava indietro. E non aveva paura di nessuno, ha affrontato tutti i grandi del suo periodo; arriverà anche il terzo mondiale nella categoria dei superleggeri . A Chicago nel 1931 mette ko in tre riprese il mitico Jack Kid Berg per il doppio mondiale leggeri e superleggeri ed  è il secondo pugile nella storia ad ottenere questo traguardo dopo Bob Fitsimmons, quando però c’era un unico campione riconosciuto e le categorie variavano dalle 8 alle 10.    

Risultati immagini per Tony Canzoneri boxer Photos

Nel 1931 in tre mesi difende il titolo tre volte: Berg, Phillie Griffin ed il fortissimo Kid Chocolate. Nel 32 perde il titolo dei superleggeri contro Johnny Jadick, ma batte  Billy Petrolle per il titolo dei leggeri. Riprenderà il titolo nel 33 contro Battling Shaw .. Poi  arriva la sfida con un altro campionissimo, un super tecnico dalla mascella di ferro; Barney Ross, un altro triplice campione mondiale dei leggeri, super leggeri e dei welter. Due sfide durissime, due vittorie per Ross ma soffertissime, Canzoneri diventa una tigre ma nulla può contro la cristallina classe dell’ebreo di New York. Canzoneri continuerà a battersi per altri 6 anni, tante vittorie e poche sconfitte ai punti, grazie a tanta  abilità nel difendersi e mascella di acciaio. Batte  3 volte Frankie Klick, Kid Chocolate, due volte il grande Anacleto Locatelli seppur con verdetti dubbi, Alberto "Baby" Arizmendi mondiale dei piuma, Eddie Zivic Nel 1935  al Madison Square Garden riprende il mondiale dei leggeri contro il grande Lou Ambers, batte lo straordinario welter Jimmy McLarnin, impartisce  lezioni di boxe a Midget Mexico e si vendica della perdita del mondiale superleggeri battendo Johnny Jadick. Siamo, però, arrivati  quasi al canto del cigno. Tony ormai  ha  sostenuto più di 100 incontri e  perde due volte contro Ambers,  e viene sconfitto nella rivincita contro McLarnin. La sua carriera si allungherà una ventina d’incontri, sino all’ultima la più dolorosa sconfitta. In una carriera durata 14 lunghi anni subisce  l’unica subita per kot della carriera. Nell’ultimo  incontro  è battuto alla terza ripresa  da un terribile  picchiatore  di nome Al "Bummy" Davis. Dopo il ritiro dalla boxe, aprì un ristorante e partecipò ad alcuni film, rimanendo  sempre nell’ambiente della boxe.

 Canzoneri morì improvvisamente il 9 dicembre 1959 per un infarto. Considerato da molti come uno dei migliori pound for pound della boxe, il suo record- non completo- è di 175 incontri con 141 vittorie (44 prima del limite) 24 sconfitte (1 prima del limite) e 10 pareggi.  Charley Rose pone Canzoneri al 6 posto nella All-Time dei leggeri, così anche Herb Godman; Nat Fleischer al  7 posto, Tracy Callis al 9, Bert Sugar al 10 e Teddy Atlas al 3°.

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI