logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Ultime notizie

Brian Castaño, campione un po' per volta e tanta passione

CartelliniWba

(I cartellini del match Castano-Vitu)

Parlando con FOX Sports, subito dopo il suo grande trionfo parigino contro Cedric Vitu, l’iridato Wba dei superwelter Brian Castaño (salito sul ring appena mezzo chilo oltre il limite dei welter!), ha dichiarato:  "L'ho colpito molte volte, ma non è mai caduto anche se le sue gambe erano stanche. Vengo da un lavoro assai forte. L'insegnante Matías Erbín ha fatto un lavoro formidabile. Lui e Manny Robles hanno brindato laggiù, insieme a tutta la mia palestra, alla vittoria. Sono felice perché abbiamo fatto un ottimo lavoro. Sono pronto per combattere con tutti: c'è Lara, il campione di categoria, Hurd, Charlo e altri “re” del mondo e bravissimi pugili. Siamo qui e vogliamo combattere con chiunque arrivi. Devo continuare ad aggiungere altri combattimenti al mio record. Se poi arriva un grande campione, meglio”.

Oltre ai nomi fatti da Castaño, ne circolano anche altri. Potrebbe esserci Saddam Ali, monarca della Wbo e vincitore di Carlos Abregú e anche il kazako Kanat Islam, Yoshiro Kamegai, John Vera e Terrell Gausha, tutti tenuti in alta considerazione nel ranking della WBA.

Certo, il “gaucho” ha dimostrato una forte e probabilmente inattesa personalità, tanto da reggere senza problemi il peso d'essere campione. Si diverte ancora, non si spaventa davanti a nessuno e infatti, per la seconda volta, è giunto in Francia a mettere in scena un incontro di alta qualità, sconfiggendo due pugili “veri”, quali Soro e Vitu e a casa loro. Adesso le sue doti pugilistiche, sino ad alcuni mesi fa relegate entro i confini argentini, sono emerse nella loro pienezza. Merito principalmente suo, ma anche della sua squadra, per la capacità di non diminuire mai l’impegno, il sacrificio e la ricerca costante del miglioramento delle capacità fisiche e tecniche.

Basti pensare che i suoi preparatori non devono faticare per farlo allenare ma, al contrario, per farlo riposare dopo un combattimento perché, fosse per lui, il giorno dopo sarebbe di nuovo in palestra.

Una nota a margine e doverosa, riguardo al generosissimo, commovente Cedric Vitu, che ha resistito sino ai limiti (e forse anche oltre), pur di tentare di scalare la vetta dell’Everest, rappresentata dalla cintura iridata Wba. Sempre sull’orlo del baratro, non si è mai arreso e almeno in quattro circostanze (terzo, quinto, sesto e ottavo round) ci si chiede come abbia fatto a non crollare. L’incontro è stato un “calvario” e, a mente “fredda”, viene da pensare che forse sarebbe stato meglio se il “leone” transalpino avesse ceduto prima. Invece, il doloroso cammino si è concluso soltanto a pochi secondi dalla fine del match. Per il grande rispetto che merita, per l’incredibile resistenza fisica e il cuore dimostrati, sarebbe bello che Cedric Vitu potesse riprendersi dalla terribile notte vissuta e risalire di nuovo sul ring a conquistare altre soddisfazioni.

L’importante è che stavolta il biglietto pagato non sia stato troppo oneroso.  

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI