logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Ultime notizie

Brillante prestazione quella fornita ieri sera dal 24enne filippino Mark Antony Barriga (7-0), n. 14 IBF, che a Pechino, nella riunione organizzata in società dalla Ding Xin Sports e dalla MP Promotion, la compagnia di proprietà del pluri campione mondiale filippino Manny Pacquiao (foto), ha conquistato la cintura internazionale dei pesi paglia versione WBO, battendo ai punti (100-90 100-90 100-90) il thailandese Wittawas Basapean alias Samartlek Kokietgym (33-7), in due occasioni sfidante mondiale battuto da Naoya Inoue (kot 11) e da Akira Yaegashi (kot 12).
 Barriga Mark poulain di Pacquiao
I risultati ottenuti dopo un anno da professionista hanno convinto i mentori del pugile filippino che tra due o tre incontri il loro assistito sarà pronto per dare l'assalto al titolo mondiale.
Come gli appassionati ricorderanno, Barriga, rappresentò le Filippine ai giochi olimpici di Londra 2012 dove venne eliminato negli ottavi dal kazako Zhakipov dopo aver superato al primo turno il nostro Manuel Cappai.
 Lu Bin Cina sinistro
Nella stessa riunione debordante esordio pro per il mini mosca Lu BIn, che supera per kot alla terza ripresa il thailandese Wanchai Nianghansa (8-10).
Bin tra i dilettanti è conosciuto soprattutto per aver conquistato il titolo mondiale mini mosca nella APB, la franchigia pseudo professionista dell'AIBA, successo grazie al quale si è qualificato per i giochi di Rio dove però venne eliminato negli ottavi di finale dal keniano Peter Mungai.
Nelle intenzione degli organizzatori Bin è destinato ad essere la nuova vedette del pugilato cinese dopo il declino di Zou Shiming, campione olimpico 2008 e 2012 ed ex campione mondiale dei mosca WBO.
Max
 

Dychko Ivan tra le corde

Comincia con una vittoria per kot alla prima ripresa sul malcapitato Abur Wright (2-2), 34enne della Florida inattivo da un anno, la carriera professionistica del s.massimo Ivan Dychko (1-0), per anni uno degli elementi di maggior spicco della nazionale kazaka, medaglia di bronzo ai giochi di Londra 2012 e a quelli di Rio 2016, argento ai mondiali di Almaty 2013 e a quelli di Doha 2015, bronzo a quelli di Baku 2011.

L'incontro é andato in scena al Gilley's di Dallas in Texas nella riunione organizzata dalla Roy Jones Boxing Promotion.

Nel sottoclou quarto successo da pro per Gabriel Flores Jr (4-0), 17enne s.piuma della Top Rank, che supera per kot alla seconda ripresa Donnie Reeves (1-1). 

Tornando a parlare di Dychko ricordiamo che nonostante il ricco medagliere, tra i dilettanti, non è mai riuscito a fare il decisivo salto di qualità che gli avrebbe permesso di ottenere il successo in un grande torneo.

A Londra venne eliminato in semifinale dall' inglese Anthony Joshua, attuale campione mondiale IBF, dopo aver superato il tedesco Erik Pfeiffer e il canadese Simon Kean.

Analogo destino a Rio dove a tagliarlo fuori dalla conquista della medaglia d'oro fu un altro inglese Joe Joyce dopo aver eliminato nei turni preliminari l'azero Magomed Medzhidov e il nigeriano Efe Ajagba.

Anche ai mondiali Youth di Guadalajara 2008 si dovette accontentare della medaglia d'argento, battuto in finale da Eryslandy Savon.

Scarsi doti di incassagio e di fondo ne hanno pregiudicato la carriera ad alti livelli. Vedremo se da pro, con impegni più diradati nel tempo, riuscirà a superare queste lacune.

Max

Pagina 1 di 50

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI