logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Ultime notizie

Il dottor Oliva ha tenuto la sua lectio magistralis all'Università di Foggia

Parlo al telefono con Patrizio mentre sta tornando a casa. Nella macchina che procede da Foggia verso Napoli c'è un'atmosfera felice. È contento, soddisfatto, ancora emozionato. Ha vinto l'Olimpiade e il mondiale, a ventisette anni dall'ultimo match e a sessanta di vita ha tagliato un altro traguardo.

L'Università di Foggia ha conferito a Patrizio Oliva la laurea honoris causa in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate. Sono passati due anni da quando il professor Pietro Mango, in qualità di professore associato di Metodi e didattiche delle attività sportive, ha proposto il riconoscimento. L'iter è stato il solito, un'approvazione dietro l'altra: prima il consiglio del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale nella seduta del 29 marzo 2018, successivamente il Senato accademico dell’Università di Foggia l’11 aprile 2018. Infine, lo scorso 18 dicembre, il decisivo pronunciamento del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

La motivazione recita: “Per il profilo agonistico che ne ha caratterizzato la carriera in ambito nazionale e internazionale; per il notevole contributo reso allo sport sia come atleta che come allenatore; quindi per l’importante impegno profuso in favore dei giovani socialmente a rischio."

Nell'Aula Magna, davanti al rettore Maurizio Ricci e a circa centocinquanta studenti, ha tenuto la sua lectio magistralis. Ha parlato dei valori dello sport, del ruolo dell'allenatore in veste di educatore, della forza che regala il credere in se stessi, della resilienza, della spinta agonistica che un atleta deve portare nella vita.

“Mi sento gratificato, oltre che emozionato. Dopo tanti anni che ho lasciato lo sport ho riprovato le sensazioni che avvertivo in occasione di un mondiale o della finale olimpica. Tensione prima del discorso, voglia di dare il massimo durante il mio intervento, felicità per qualcosa che sono riuscito a condividere con più persone. Sono contento anche perché questa laurea honoris causa è il riconoscimento che nella vita mi sono comportato bene, non ho dato scandalo, non sono stato coinvolto in strane storie e qualcosa di buono l'ho portato a casa. Per me e per tutti quelli che godevano dei miei successi. Ma anche e soprattutto perché ho visto riconosciuto l'impegno sociale nei confronti di chi ha bisogno di un aiuto e fatica a trovarne. Credo infine di avere fatto fare una bella figura al pugilato e di questo sono particolarmente contento. Perché nella mia vita la boxe ha sempre avuto e sempre avrà un ruolo da protagonista. Prima come pugile, poi come tecnico. Dico grazie a questo sport e all'Università di Foggia che mi ha ritenuto meritevole di questo riconoscimento."

Il mondo della boxe. Chi dei protagonisti di quel mondo era presente a Foggia?
Gli ex pugili Stefano Pompilio e Fabio Ciro Di Corcia, vecchio amico di Patrizio. Il maestro Lorenzo Delli Carri. Oltre al candidato alla presidenza per le elezioni post Tokyo 2020, il dottor Giuseppe Macchiarola che sul suo profilo Facebook ha scritto: “Stamattina Patrizio Oliva ha ricevuto la laurea honoris causa per la carriera e le attività di promozione dello sport. Al di là delle posizioni politiche e personali nei confronti di questo campione, devo dire che ha dato, nel suo intervento, una grande immagine del pugilato, apprezzata da tutte le autorità e dagli accademici presenti e credo che la Federazione non ci abbia fatto una bella figura ignorando questo avvenimento in cui io ero presente solo a titolo personale. Naturalmente neanche una riga fino a questo momento sul nostro sito istituzionale! A voi le considerazioni del caso!"

E vissero felici e contenti.

 

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI