logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Ultime notizie

Tiro Franco di Eric Armit

 Risultati immagini per saul canelo Alvarez and Wbc Belt boxing Photos

Perchè è saltato Alvarez-Dervyanchenko e molto altro

 

Di Eric Armit

La maggioranza degli appassionati di sport sono fortunati perché sanno che in molti sport i migliori incontreranno i migliori. Che sia il Super Bowl, la Coppa del Mondo di calcio, le Olimpiadi, le World Series, Wimbledon o il Masters a un certo punto i migliori verranno messi di fronte ai migliori quanto entrambi sono al loro apice. Purtroppo noi appassionati di boxe possiamo solo guardare con invidia perché raramente i nostri “migliori” affrontano i “migliori” o quando lo fanno troppo spesso hanno passato il loro momento migliore o anche solo uno lo ha passato. Un esempio è quando Floyd Mayweather Jr e Manny Pacquiao alla fine si sono battuti ed entrambi non erano più al meglio. Ancora grandi pugili ma un paio d’anni oltre la loro migliore forma. Gli esempi britannici sarebbero Ricky Hatton-Junior Witter e Amir Khan-Kell Brook, grandi incontri al loro tempo che non si sono mai fatti. C’è di solito più di un motivo che blocca questi match. Differenti obblighi televisivi, diversi legami promozionali, egoismi e naturalmente il danaro.

La difesa obbligatoria del titolo IBF di Saul Alvarez contro Sergey Derevyanchenko è difficilmente paragonabile a Mayweather-Pacquiao ma era un match interessante e per me Derevyanchenko era in grado di dare ad Alvarez un match molto duro. Dal momento che Alvarez non voleva dare a Gennady Golovkin un terzo match era a questo punto un buon match per il titolo dei pesi medi. Ma naturalmente non si farà perché le rispettive parti non hanno raggiunto un accordo e la IBF ha detronizzato Alvarez. Dipendeva da differenti obblighi televisivi, problemi organizzativi ed egoismo. Non solamente per soldi.  Con il contratto di oltre 300 milioni di sterline  che Alvarez ha con DAZN chiunque egli incontri ci sarebbero stati molti soldi. Se l’organizazione dell’incontro si fosse decisa all’asta Derevyanchenko ne avrebbe ricevuto il 35%. La Golden Boy non voleva che si andasse alle offerte perché avrebbero dovuto affrontare la competizione dell’organizzatore di Derevyanchenko e sarebbero perciò stati costretti a offrire una somma superiore per assicurarsi l’asta. Non sorprendentemente hanno scelto di negoziare con il team di Derevyanchenko con l’intento di far loro accettare meno del 35%. La IBF ha dato tempo e poi ancora tempo. C’era la posizione della Golden Boy che non voleva arrivare vicino al 35% ma avrebbe offerto molti più soldi di quanti l’altra parte avesse mai fatto per un match e il team di Derevyanchenko che sosteneva che la differenza tra il 35% e l’offerta era troppa. Nessuno si è spostato e così non c’è stato accordo e con la Golden Boy non interessata a un’asta la IBF non aveva alternative se non detronizzare Alvarez perché il suo team se ne è andato dal tavolo dei negoziati non facendo nessuno sforzo per difendere il titolo. Oscar De La Hoya ha dichiarato che la decisione della IBF era “un insulto alla boxe” che è uno strano modo di dire che Derevyanchenko voleva più soldi di quanto loro volessero dargli e che così avevano rinunciato al titolo abbandonando le trattative. I due pugili sono i veri sconfitti di questo caso. Alvarez ha perso un titolo e non ha avversari pronti. Con la WBC che lo ha “elevato” a Franchise Champion e lo ha rimpiazzato con Jermall Charlo come loro campione non ha più il titolo WBC. Ci sarebbe zero interesse nell’affrontare Ryota Murata e il nr 1 WBA Gennady Golovkin. Si parla di un match con Demetrius Andrade per unificare i titoli WBA e WBO che sembra una cosa logica ma difficile da vendere. Derevyanchenko non può essere felice di perdere la possibilità di combattere per una borsa enorme e potrebbe desiderare che il suo team avesse ceduto ma ora sembra che avrà un match contro Golovkin per il titolo vacante IBF. Come sfidante ufficiale avrà una forte posizione negoziale e secondo me avrebbe una buona possibilità di battere Golovkin. I soldi fanno girare il mondo, il mondo gira e gira come il cabaret della boxe ma in questo caso le ruote hanno deragliato.

Nessuno vuole una bella cintura? Il WBC ne aveva una fatta apposta per il previsto incontro di Alvarez il 14/15 settembre per celebrare l’Indipendenza messicana. Ora in quella data non c’è un match di Alvarez. Stavo per chiedere un’asta per me ma accetterei di negoziare!

Non si può tenere fuori dal notiziario i pesi massimi. E’ una disgrazia che Jarrell Miller dica di aspettarsi di combattere in ottobre cosa che si fa beffe di tutti i test. Sono sorpreso che la VADA non molli tutto o almeno non abbia qualcosa da dire, se un pugile debba essere squalificato e per quanto. Questo è ciò che l’Agenzia francese ha fatto con Tony Yoka.

Tyson Fury combatterà contro Otto Wallin e Hughie Fury contro Alexander Povetkin ma non dovrebbe essere il contrario? Wallin è meglio di Tom Schwartz ma probabilmente il suo miglior risultato è stato battere ai punti l’altro svedese Adrian Granat che è stato battuto in meno di un round da Alex Dimitrenko. Mi colpisce che Tyson Fury stia avendo ora gli incontri che avrebbe dovuto avere prima di battersi con Deontay Wilder ma la cosa importante è che non perda fra adesso e la rivincita con Wilder.

Shakur Stevenson avrà una sfida mondiale entro quest’anno. Lui e Joet Gonzalez sono stati scelti per combattere per il titolo vacante WBO dei piuma lasciato recentemente da Oscar Valdez. Si dice che Jose Carlos Ramirez difenderà il titolo WBC dei superleggeri contro Jack Catterall nella stessa riunione.

Altri incontri titolati vedono Johnriel Casimero difendere il titolo ad interim WBO dei gallo contro Cesar Ramirez a Manila il 24 agosto con il vincitore che dovrà incontrare il campione Zolani Tete e la stessa notte a Nagoya Kosei Tanaka mette in palio il titolo WBO dei mosca contro il portoricano Jonathan Gonzalez mentre a Portorico Vic Saludar difende il titolo IBF dei paglia contro Wilfredo Mendez.  Josh Warrington difende il titolo IBF dei piuma il 12 ottobre a Leeds contro il francese Sofiane Takoucht. Takoucht è il nr 5 per la IBF ma con i primi due posti vacanti è in effetti il nr 3 e deve questa alta classifica perché ha vinto il titolo Internazionale IBF e non alla qualità dei suoi avversari. Per l’EBU è nr 17.  Si parla di Jerwin Ancajas che dovrebbe affrontare Carlos Cuadras in ottobre con in palio il titolo supermosca IBF del filippino. Potrebbe essere un gran match. Jamel Herring difenderà il titolo WBO dei superpiuma il 9 novembre contro Lamont Roach e ci sarà la rivincita fra Julian Williams e  Jarrett Hurd il 14 dicembre e Hurd ha la possibilità di riprendere i titoli IBF, WBA e IBO dei superwelter persi con Williams in maggio.

Sembra esserci un brutto colpo dopo l’altro per il nostro sport. Abbiamo avuto le tragiche morti di Maxim Dadashev e Hugo Santillan e poi il pugile/attore francese Jean Claude Bouttier è morto il 3 agosto a 74 anni. Bouttier fu uno dei pugili più popolari del suo tempo. E’ stato campione europeo ma ha avuto la sfortuna di combattere nello stesso periodo di Carlos Monzon con cui ha perso in due sfide mondiali. Dopo il ritiro ha lavorato come commentatore e poi è passato al cinema dove ha avuto molto successo. Un giorno dopo è morto l’ex campione WBC dei mosca Prudencio Cardona, colombiano, a 67 anni. E’ stato il quarto pugile colombiano a vincere un titolo mondiale, suo fratello Ricardo fu il terzo. Prudencio soffriva del morbo di Parkinson e di Alzheimer. C’è stata un’altra morte con il pugile polacco Dawid Kostecki che si è suicidato impiccandosi nella sua cella e poi l’ex campione WBC dei pesi welter Carlos Baldomir incarcerato per abusi sessuali sulla figlia di soli 8 anni. Il suo crimine non ha nulla a che fare con la boxe ma la storia ha avuto molto spazio per il suo titolo mondiale.

Sul piano personale ho perso un vero amico in Beau Williford che è morto il 31 luglio. Beau ha boxato professionalmente da peso massimo e poi ha allenato e guidato pugili ma per me l’aspetto che definisce la vita di Beau è stato il lavoro fatto con la gioventù della sua città di Lafayette. Si è occupato di ragazzi con molti problemi e ha cambiato la loro vita. Non gli ha insegnato solo la boxe ma anche li ha educati. Ha sempre insistito su un comportamento responsabile e che prendessero voti accettabili a scuola. Insegnava pugilato ma anche costruiva cittadini. Questo lavoro è fatto in molte palestre del mondo. Sono capitato un paio di volte in una palestra di Dundee guidata da Greg Menzies e ho visto la stessa dedizione con i giovani che vi lavoravano. Due weekend fa i pugili Eric Walker e John Harding Jr avevano match importanti. Walker ha vinto ma Harding ha perso ma nonostante ciò sono entrambi dei vincenti. Quando erano più giovani hanno passato molto tempo in prigione. La boxe ha cambiato le loro vite dando loro il modo di ripartire, uno strada che molti altri giovani uomini hanno seguito. Si, la boxe è uno sport pericoloso e naturalmente le tragedie e la cattiva pubblicità la macchiano ma in quasi tutte le città del mondo ci sono uomini come Beau e Greg che danno il loro tempo per aiutare la gioventù locale e le buone notizie non sono abbastanza tali così il contributo della boxe ai cittadini del futuro non viene segnalato e riconosciuto.

Ultima notizia di cronaca nera. Un rapinatore a Città del Messico ha rapinato un uomo rubandogli l’orologio. L’uomo derubato era Julio Cesar Chavez. Non siamo sicuri se sia un atto di spavalderia o da senza cervello.

.

.

.

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI